Sneakers Puma basse Sneakers Puma basse HEART BASKET HEART Sneakers Puma BASKET HEART basse BASKET gBAf4qwx

Da qualche tempo stiamo provando il nuovissimo Find X, smartphone davvero superlativo e rivoluzionario nel design firmato da Oppo. Ci siamo resi conto, subito al primo contatto, che si tratta di un modello fuori dal coro per le soluzioni tecniche adottate al fine di sfruttare al massimo la superficie frontale così da ridurre le cornici e dare massimo risalto al display da 6,4″.

Nell’utilizzo abbiamo risolto cinque dubbi che ci eravamo posti vedendo il Find X da lontano alle conferenze o in occasione degli eventi organizzati dal brand. Ve li descriviamo di seguito, un po’ come resoconto del primo contatto con questo bellissimo smartphone.

1) Alloggiamento Sim

Puma Sneakers basse Sneakers BASKET Puma HEART HEART basse basse BASKET Puma BASKET Sneakers HEART A differenza di qualsiasi altro smartphone, la Sim è ospitata nella parte bassa del Find X. In particolare si trova a destra della porta Usb-C, contrapposta alla griglia che cela il microfono e lo speaker (non stereo ma potente). La slitta è anch’essa originale: le due nano Sim sono appaiate l’una sopra l’altra. Quella superiore è la seconda linea, quella inferiore la prima. Dunque se non utilizzate due schede, occuperete solo quella inferiore. Non ci sono alloggiamenti per memory card.

2) Movimento fotocamera

Abbiamo voluto provare il movimento della fotocamera e capire la rumorisità. L’Oppo Find X è preciso e reattivo, anche provando ad attivare e disattivare la fotocamera. Il tempo di attivazione complessivo non supera il secondo, leggermente più lenta la parte di stop e rientro del carrello. Anche la rumorosità si mantiene a livelli accettabili; anzi, il sibilo meccanico che accompagna lo slider automatico conferisce un tono più hi-tech e avveniristico.

Video Player
00:00
00:00
HEART Sneakers Puma Puma BASKET Sneakers basse HEART HEART BASKET basse Puma basse Sneakers BASKET 00:00

3) Cover

Ci siamo chiesti come si potesse proteggere il dorso del Find X in virtù del fatto che la parte superiore va lasciata libera per fare in modo che lo slider funzioni. La risposta si trova direttamente nella ricca confezione che accompagna lo smartphone. Nella scatola si trova una cover in plastica rigida che protegge lo smartphone sostanzialmente fino a dove si adagia la slitta automatica nella parte posteriore. In pratica, in corrispondenza della linea arrotondata. Questo è anche l’unico punto del dispositivo dove vi consigliamo di pregiudicare qualsiasi urto. Nota di servizio: se premete delicatamente verso il basso lo slider della fotocamera, questo rientra. Evitate shock e sollecitazioni eccessive.

4) Display

Che il pannello Amoled impiegato da Oppo fosse eccellente, ci era già chiaro quando l’abbiamo visto dal vivo a luglio. Provandolo abbiamo avuto conferma della resa cromatica. Ma ciò che ci chiedevamo è: si noterà che il display è l’elemento distintivo? Che differenza di visualizzazione c’è con gli altri modelli? Una parola: coinvolgente. Il display che occupa praticamente più del 93% dell’area frontale azzera di fatto la distanza tra le mani e l’interfaccia. In mano è uno spettacolo. Ma per capire la differenza effettiva l’abbiamo messo a confronto con altre interpretazioni di display. Così ecco le foto che rappresentano da sinistra verso destra, dall’alto verso il basso: Oppo Find X, Samsung Galaxy Note 9, iPhone X, LG G7, Huawei P20 Pro, Pocophone F1, Google Pixel 2 XL e iPhone 8 Plus.

Per comodità abbiamo spezzato le due file di smartphone, qui di seguito ci sono: Oppo Find X, Samsung Galaxy Note 9, iPhone X e LG G7.

Qui sono invece fotografati: Huawei P20 Pro, Pocophone F1, Google Pixel 2 XL e iPhone 8 Plus.

5) Fotografia

La configurazione fotografica del Find X prevede una doppia fotocamera da 20 + 16 Mpixel ospitata nella parte posteriore della slitta automatica. Hanno f/2.0. Il sensore primario da 16 Mpixel ha stabilizzatore ottico, messa a fuoco a rilevamento di fase (Pdaf) e app di gestione che sfrutta l’intelligenza artificiale per aiutare a configurare la scena e ottenere lo scatto migliore in qualsiasi condizione. Attraverso il sensore secondario da 20 Mpixel provvede a eseguire lo zoom 2x e a dare vita agli effetti di profondità, soprattutto in modalità ritratto per il bokeh e la gestione dinamica della luce.

I risultati di questo schema fotografico sono rappresentati dalle immagini di seguito. In particolare, gli scatti del tavolo da bigliardo e di Yoda sono stati eseguiti con una luminosità ambientale di 16 lux.

Schmenger Kennel Kennel Stivaletti Schmenger LIZ xPPqSwYzZ